Pier Luigi Ighina: Milano, 23 giugno 1908 - Imola, 8 gennaio 2004.
Allievo e collaboratore di Guglielmo Marconi fù uno scienziato pressoché sconosciuto al pubblico, come le sue scoperte ed invenzioni non ebbero alcun riconoscimento dalla scienza ufficiale.
Per Ighina, tutte le forze esistenti in natura sono il riflesso diretto e indiretto di un' unica forza primordiale che è l' energia che scaturisce dal Sole.
Tale irradiazione solare riflettendosi si equilibra con sé stessa e condensandosi esplode e quindi sirradia di nuovo e così si moltiplica. L' energia solare è una forza positiva che, riflettendosi, diventa negativa.
Il Sole accoglie in sé questi suoi riflessi, li trasforma e li irradia nuovamente in maniera positiva e così via. Tale concezione ricorda quella di Reich sull' energia orgonica, distinta in orgone vitale (OR) ed orgone mortale (DOR).
Noto è il macchinario ad elica con cui egli riusciva a causare le precipitazioni o a diradare le nuvole nel circuito di Imola, dove visse e mori.
GRAZIE Pier Luigi!

 

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.