6 febbraio 2017, Auditorium del Palazzo della Gran Guardia - Verona CATTOLICI E ORTODOSSI La bellezza di un incontro Intervengono: Mons. Paolo Pezzi, Arcivescovo della Madre di Dio a Mosca
Vladimir Legoyda, Presidente del Dipartimento Sinodale per le relazioni della Chiesa Ortodossa con la Società e i Media del Patriarcato di Mosca
Presenta: Giovanna Parravicini, Consigliere culturale della Nunziatura Apostolica a Mosca
Saluto introduttivo: S.E. Mons. Giuseppe Zenti, Vescovo di Verona

 

You need to a flashplayer enabled browser to view this YouTube video

 

L’incontro, organizzato dal Centro di Cultura Europea Sant’Adalberto e dall’Associazione Rivela, insieme alla Fondazione Russia Cristiana, è dedicato al tema dell’unità dei cristiani.

Al motivo per cui è stato da tempo programmato – l’anniversario dell’incontro tra Papa Francesco e il Patriarca Kirill a Cuba il 12 febbraio dello scorso anno – si è aggiunta recentemente la scomparsa, il giorno di Natale, di padre Romano Scalfi, fondatore di Russia Cristiana, che ha dedicato la vita proprio alla causa dell’unità dei cristiani.

In entrambi gli avvenimenti è evidente la bellezza dell’incontro, che supera difficoltà, problemi, divisioni, perché ogni vero incontro fa scattare una scintilla, accende una corrispondenza tra il desiderio più profondo del cuore umano e l’unica risposta capace realmente di rispondergli, l’amore di Cristo.

L’intento del convegno è quello di innovare l’esperienza di gioia e di amicizia che abbiamo visto sul volto dei protagonisti dell’incontro di Cuba. Per questo, si vorrebbe dare alla serata un taglio di testimonianza personale, senza ignorare i contesti e i problemi in cui viviamo.

In questo, di sicuro aiuto saranno gli ospiti che interverranno alla serata: Mons. Paolo Pezzi, Arcivescovo cattolico della Madre di Dio a Mosca, ed il Dott. Vladimir Legoyda, Presidente del Dipartimento Sinodale per le relazioni della Chiesa Ortodossa con la Società e i Media del Patriarcato di Mosca; presentati dalla Dott.ssa Giovanna Parravicini Consigliere culturale della Nunziatura Apostolica a Mosca.

Attraverso le loro parole si cercherà di capire come avviene, nella realtà, l’incontro tra cattolici e ortodossi, senza censurare difficoltà e mancanze ma anche l’arricchimento reciproco sulla strada iniziata dopo l’incontro di Cuba, che ha tracciato nuove prospettive e nuovi compiti.

Tutto ciò anche alla luce della settimana di preghiera per l’unità dei cristiani appena conclusa (18-25 gennaio), per la quale è stato scelto il testo di San Paolo: «L’amore di Cristo ci spinge alla riconciliazione». Un testo che rimanda alla missione della Chiesa nel mondo di oggi: perdonare, riconciliare, abbracciare.

La serata, che vedrà il saluto introduttivo del Vescovo di Verona S.E. Mons. Giuseppe Zenti, è stata patrocinata dal Comune di Verona e dal Progetto Culturale della Diocesi di Verona, e resa possibile grazie al contributo di Banco Popolare di Verona, AGSM, Fondazione Cattolica, Fondazione Giorgio Zanotto, AMIA e Acque Veronesi.

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.