economy bianco 500x500

 

"L'economia mondiale è la più efficiente espressione del crimine organizzato. Gli organismi internazionali che controllano valute, mercati e credito praticano il terrorismo internazionale contro i paesi poveri e contro i poveri di tutti i paesi con tale gelida professionalità da far arrossire il più esperto dei bombaroli."

(Eduardo Galeano)

 

ALBERTO BAGNAI, GRANDISSIMO INTERVENTO SULLA CRISI ECONOMICA

L'ex Governatore della Banca di Spagna, dal 2006 al 2012, Miguel Ángel Fernández Ordóñez, durante la Sessione n.14 della Commissione di ricerca sulla crisi finanziaria in Spagna, parla di togliere alle banche private il potere di creazione del denaro e di permettere ai cittadini di depositare i loro soldi direttamente nelle banche centrali.

Marco Saba, contabile forense noto alle assemblee degli azionisti dei più grandi istituti di credito, dopo una breve introduzione alle sue ormai storiche contestazioni circa la contabilità bancaria, presenta a tutti Equacoin, il progetto di criptovaluta specificamente tarato per sfruttare i principi democratici della Blockchain e realizzare un sistema di emissione della moneta in mano al popolo, secondo il principio "un gettone, un voto".

Nel suo nuovo Jolly, Roberto Quaglia offre una mirabile trattazione sullo stato dell'arte nel campo delle criptovalute. Dato il loro valore in costante crescita, fino ad oggi Bitcoin e le altre monete digitali sono state utilizzate principalmente come asset speculativi, senza un vero impatto sull'economia reale. La vera novità sono le ICO, che permettono di raccogliere capitali decentralizzati intorno a progetti che invece si prefiggono di operare proprio sull'economia reale. Benchè i media mainstream continuino ad ignorare l'argomento, i progetti sono sempre più numerosi e riescono a muovere una quantità enorme di investimenti. Da qualunque punto di vista lo si guardi, sembra proprio che questo sia il futuro dell'economia.

Dalle teorie sulla popolazione di Thomas Robert Malthus alla lotta per la sopravvivenza dell'evoluzionismo darwiniano. Dall'eugenetica al Brave New World di Aldous Huxley. Dalla Royal e la Fabian Society fino al ruolo delle ong nelle "rivoluzioni colorate". Dietro questa meta-narrazione prometeica che ha fatto di tecnica e libertà un unico concetto, sì manifesta la creazione di un grande dispositivo di dominio e di controllo sociale. Quello che porta il nome di Charles Darwin è il modello antropologico perfetto per il neoliberismo, che infatti lo innalzerà a verità inoppugnabile attraverso i secoli, nonostante i dubbi degli stessi autori. Questa è la storia di come Darwin fu preso e buttato in campo, nel bel mezzo di una partita non sua. E di come e perché ci hanno insegnato a venerare la competizione come unico paradigma di interpretazione della vita, mettendo in ombra la vera regola di ingaggio biologica, la strategia vincente che ogni creatura vivente mette in atto come sua prima scelta naturale: la collaborazione.

Sottocategorie

 

banche governo popolo

 

"Senza la Sovranità Monetaria le nuove generazioni non avranno altra scelta che quella tra il suicidio e la disperazione"
(Prof. Giacinto Auriti)

 

 

 

decrescita

 

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.