libri bianco 640x451

"La varietà è l'anima del piacere."

(Aphra Behn)

 

 

Chiacchierata con Emanuele Palmieri e Riccardo Pizzirani sul documento relativo agli UFO pubblicato di recente dal Pentagono.

06/02/21 - Lorenzo Maria Pacini è uno studente di filosofia dell’Università di Parma. Al termine del suo percorso di studi, propone ai professori una tesi sul pensiero di Aleksandr Dugin, filosofo e politologo russo. In risposta riceve un no, secondo i professori Dugin “non sarebbe un filosofo”. “Quello che hanno fatto – spiega Pacini – non è stato entrare nel merito della mia tesi di laurea, ma di impedire per partito preso che potessi realizzare un lavoro su Aleksandr Dugin”. Evidentemente il filosofo russo non piace a certi ambienti accademici italiani, cosa comprensibile, ciò che è più difficile da accettare è però il fatto che un’Università possa porre un veto alla realizzazione di una tesi di laurea. “La Costituzione sancisce la libertà di espressione – attacca Pacini – e non si può impedire ad uno studente di fare una tesi su un argomento che sceglie”. Lorenzo non si da per vinto e, grazie anche al supporto di vari professori di altri atenei italiani che producono una lettera congiunta a suo favore, riesce ad ottenere il via libera per lavorare alla tesi di laurea che ha scelto.

 A different perspective on a subjective area of photography, "for discussion".

"Vacanze a rischio o rischio vacanze ?" | Notizie Oggi Lineasera. Sintesi della puntata del 8 Maggio 2020. OSPITI: CHRISTOFER DE ZOTTI (albergatore), DANILO MORRA (Direttore Strutture Alberghiere), EMANUELE MUNARI (Sindaco di Gallio), FEDERICO CANER (Ass. Regionale al Turismo), ALBERTO MASCHIO (Pres. Ass. Jesolana Albergatori), MIRKO DE CARLI (Segr. Naz. Popolo della Famiglia). OGNI VENERDI' alle 21:00, IN DIRETTA dallo Studio 12 di Canale Italia, NOTIZIE OGGI LINEASERA, sul digitale terrestre ITALIA 53 (lcn 53), Canale Italia 7 (lcn 172), su Sky canale 821, condotto da Vito Monaco.
Nell'era dell'informazione, l'ignoranza è una scelta !

Il premio Nobel è l'unica istituzione che nessuno critica mai negativamente, eppure di motivi per farlo ce ne sarebbero diversi e sono legati ad un suo uso come mezzo per diffondere e difendere idee politicamente corrette e convenienti.
L'atteggiamento migliore da tenere nei confronti di questo dogma del pensiero moderno è quello di Bob Dylan: nobel, grazie ma ho altro a cui pensare.

Danilo D’Angelo, autore, Enzo Pennetta e Giulietto Chiesa discutono all'Horafelix perché bisogna difendere l’educazione democratica, la cultura, l’educazione critica dei nostri figli. Ma tecnologie, ignoranza, inganno, subordinazione sono gli strumenti per la creazione di una popolazione di servitori. E stanno vincendo.

"Sembra che denunciare di esagerazione e allarmismo la comunicazione del fenomeno del coronavirus significhi invitare le persone a non rispettare le normative del decreto ministeriale. Come se l'efficacia del decreto andasse di pari passo con la comunicazione che ne danno i mezzi di informazione.

Bande criminali organizzate che operano dall’Africa, soprattutto dalla Costa d’Avorio si sono specializzate nelle truffe amorose. Una volta accalappiata la potenziale vittima, riescono ad instaurare un rapporto di complicità e intimità (usando foto rubate online, come capita di continuo a Massimiliano Titone) per poi chiederle, al momento opportuno e con mille scuse, un aiuto finanziario. Prima 1'000 Euro, poi 5'000, quindi 10mila… e quando scoprono di essere state raggirate, le vittime hanno speso un patrimonio. Come Francesca che in un anno ha sborsato quasi 50mila franchi.

Al servizio, di Igor Staeheli e Remy Storni, segue la discussione in studio con Francesca, vittima di una truffa amorosa, Massimiliano Titone, uno degli uomini più clonati sui social, Renato Pizolli, portavoce della polizia cantonale e Letizia Mollo, presidente dell'associazione Romantic Scam.

Video tratto da una lezione di "storia alternativa" sulla vicenda di Giovanna d'Arco e su ciò che, invece, dai documenti del tempo non è mai trapelato. Un esempio di quella Controstoria a cui Pietro Ratto dedica, da parecchio tempo, i suoi studi, in buona parte presenti anche nell'archivio IN-CONTRO/STORIA ( http://www.incontrostoria.it )

Umberto Galimberti, filosofo, psicologo e saggista, parla a Byoblu della scuola, dell'insegnamento, della socializzazione, dell'esplosione delle diagnosi facili di dislessia e discalculia, dell'essere genitori, dell'influenza del mondo digitale, della socializzazione, dell'essere ragazzi, del rapporto con l'autorità, del dialogo con i figli, di separazione... E il quadro che dipinge è ben riassunto in una delle sue frasi finali: "Speranze non ne ho, perché grande è la degenerazione". Da Milano, per Byoblu, intervista di Danilo D'Angelo.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.